PROGRAMMA EVENTI

EVENTI DEL 2014

Piazza Pomposa:

sabato 22 marzo 
dalle ore 15.30 alle 16.30

La biodiversità delle sementi: il fondamento della vita, del cibo e dell’agricoltura
a cura di Antonio Lo Fiego, presidente di AIAB Emilia Romagna

I seed savers (Salvatori di semi)
Esperienze in Europa e in Emilia Romagna

a cura del gruppo locale dell’Associanzone Civiltà contadina

Alla scoperta delle mele antiche – Laboratorio del gusto
a cura di Giampiero Negroni, presidente dell’Associazione PRORA

 

sabato 22 marzo e domenica 23 marzo
dalle ore 11.00 alle 12.00

“LUOGO D’ORIGINE DELLE PIANTE GRASSE, PRODUZIONE E COLTIVAZIONE”
relatore Sig. Antonio Borghi

Si tratta di una breve panoramica sulle principali piante grasse presenti sul mercato, che vanno dalle più comuni per la vendita a largo consumo (Echinocactus grusonii, Cereus peruvianus, Gymnocalycium mihanovich, Mammillaria elongata, Echinifossolocactus sp., Aloe vera, Agave americana, Opuntia ficus-indica ecc…) le quali suscitano un certo interesse per le splendide fioriture estive spesso di breve durata nelle ore notturne, fino ad arrivare alle specie di interesse in un mercato di nicchia come quello per “il collezionista”, il quale va alla ricerca delle piante grasse non tanto solo per la fioritura, ma attratto dalla rarità botanica in se stessa, caratteristiche peculiari della pianta come la sua geometria, la difficoltà di propagazione agamica e la difficoltà di produzione di seme per una scarsa variabilità genetica, e tra queste si possono annoverare tanto per citare alcuni esempi piante del genere come Ariocarpus, Obregonia, Turbinicarpus, Copiapoa ecc…
La maggior parte di queste piante vive o meglio sopravvive in ambienti semi desertici dove la piovosità è minima ( anche meno di 100 mm. annui, vedi il Deserto di Atacama in Cile), la cui caratteristica evolutiva, è quella di avere una riserva idrica all’interno di tessuti ricchi di colloidi i quali trattengono acqua e la cedono al momento del fabbisogno. Vengono incontro alla pianta un tipo di fotosintesi tipico delle piante grasse, definito Fotosintesi CAM, ed un particolare processo di traspirazione per il quale gli scambi gassosi avvengono al contrario, ossia gli stomi sono chiusi di giorno e vengono riaperti durante la notte, e non a caso tutti i processi fisiologici più importanti come la fioritura avvengono nelle ore notturne per disperdere la minore quantità d’acqua possibile.
Le piante grasse negli ultimi anni a causa degli ambienti sempre più antropizzati sono minacciate da estinzione, per cui nella Convenzione di Washington, sono state incluse in liste del CITES, le specie più minacciate e classificate in base al maggiore rischio di estinzione.

per ulteriori info:
tel. 346 0229540

 

sabato 22 marzo
dalle ore 16.30 alle 17.30

domenica 23 marzo
dalle ore 10.00 alle 11.00 e dalle ore 15.30 alle 17.00

“IMPARARE A COLTIVARE UNA PIANTINA”
relatore Giovanni Corigliano

dalla Talea, per arrivare alla terra, e alla coltivazione della stessa, che diverrà poi una Pianta.

L’Azienda Agricola Corigliano di Albenga (Sv)
Curerà un laboratorio creativo rivolto a tutti i bambini presenti alla manifestazione
che si potranno prenotare telefonando al numero 340 8066501

 

domenica 23 marzo
dalle ore 15.00 alle 18.00

“LABORATORIO DI PITTURA GIAPPONESE”
a cura di “ Case decorate di Nadia Galli”

Laboratorio e dimostrazione di pittura floreale in stile Giapponese.

Prenotazione consigliata:
339 8925005

 

domenica 23 marzo
ore 12.00

“ORTI E GIARDINI BIOLOGICI A MODENA” 
a cura di Gino Pennìca
Presidente Ass. “Orticondivisi”

 

Durante le giornate di sabato e domenico saranno presenti stand gastronocimi con possibilità di acquisto di gnocco fritto, tigelle e borlenghi.

 

sabato 22 e domenica 23 marzo
dalle ore 10.00 alle 18.00
TIGELLE  E BORLENGHI
realizzati dalla associazione “Resurrection Garden”

 

domenica 23 marzo
dalle ore 9.00 alle 18.00
GNOCCO FRITTO
realizzato dalla associazione “Amici di Ermes”